CAMBIARE COLORE DI CAPELLI CON LE TINTE NATURALI

CAMBIARE COLORE DI CAPELLI CON LE TINTE NATURALI

Siete stanche di vedere i vostri capelli danneggiarsi colorazione dopo colorazione? O forse non avete mai tinto i capelli ma desiderate cambiare look con un’altra tonalità? Se vi rivedete in uno di questi motivi è giunta l’ora di iniziare ad usare le tinture vegetali.

La natura ci offre infatti un’ampia varietà di piante in grado di tingere i capelli senza danneggiarli, ma anzi donandogli più forza e lucentezza. Dovevano saperlo bene gli antichi, visto che le piante sono state utilizzate per migliaia di anni per colorare e prendersi cura dei capelli

In quest’articolo conosceremo cosa sono, come funzionano e quali tipi si possono trovare.

Mettetevi comode e iniziamo!

QUAL È LA DIFFERENZA TRA I COLORANTI VEGETALI E QUELLI CHIMICI?

Per prima cosa, cerchiamo di capire perché NON dovreste MAI usare le “tradizionali” tinture.

A differenze di quelle biologiche, le tinture convenzionali sono formulate con composti chimici per consentire ai pigmenti di penetrare nei capelli. Oltre a denaturare la struttura del capello, indebolendolo e rendendolo più fragile e opaco, contengono molte sostanze che possono rappresentare un rischio per la salute, poiché quando entrano in contatto con la pelle del cuoio capelluto penetrano nel flusso sanguigno. E, molte volte, la reazione è causata anche solo dal contatto, provocando allergie e irritazioni.

Alcuni di questi componenti di cui abbiamo parlato sono:

  • Parafenilendiamina (PPD): derivato petrolchimico formato da benzene, anilina e fenoli, che provoca la maggior parte delle allergie ai coloranti.
  • Ammoniaca: la cui funzione è quella di aprire la cuticola del capello in modo che i pigmenti possano penetrare.
  • Acetato di piombo: sale metallico utilizzato per scurire i capelli grigi.
  • Conservanti come DMDM ​​Hydantoin, che libera formaldeide (cancerogeno), parabeni, ecc…

Mentre le tinture naturali certificate, come quelle di Khadi e Cultivator’s, contengono solo ingredienti a base vegetale. I loro pigmenti agiscono coprendo solo la fibra capillare senza alterarla o aggredirla. Anzi, rafforzano la capigliatura ispessendo il diametro del capello.

COME FUNZIONANO I COLORANTI VEGETALI?

I coloranti vegetali contengono estratti vegetali che pigmentano naturalmente i capelli. Non contengono acqua ossigenata, quindi non schiariscono i capelli, né contengono tutti gli ingredienti tossici di cui abbiamo parlato sopra.

L’ingrediente più utilizzato è l’henné (Lawsonia inermis), ma visto che l’henné tinge solo di un colore rossastro, si possono aggiungere altre piante per ottenere diverse sfumature, come Indigo, Curcuma, Shikakai, Amla, Cassia, Bhringraj, Jatropha, Neem, Hibiscus.

E so che ve lo starete domandando: “ma coprirà anche i capelli bianchi? La risposta è SÌ, COPRONO I CAPELLI BIANCHI!

TIPI DI COLORANTI VEGETALI

Onde evitare di creare pasticci in termini di colorazione, ecco qualche consiglio sulla scelta delle erbe tintorie da utilizzare, in base al colore di partenza, per raggiungere la nuance desiderata.

Partiamo dal più conosciuto: l’hennè.

L’hennè è una polvere ottenuta da una pianta chiamata Lawsonia inermis che dona ai capelli il suo caratteristico colore rosso ma, se miscelato con le polveri di altre piante coloranti, l’henné acquisisce colorazioni differenti (marrone, biondo ramato, mogano e testa di moro quasi nero).

Un grande vantaggio dell’henné è che inspessisce i capelli, soprattutto se sono sottili e privi di volume, facendoli brillare. La ragione? Le sue micro particelle si legano alla cheratina dello stelo, rendendolo più denso. 

E ora diamo un’occhiata alle tinture a base di henné per diversi colori di capelli:

  • Henné per capelli rossi:

Se hai già i capelli rossi per natura, con l’henné puoi ottenere un riflesso ramato.

Sei bruna? Allora potresti ottenere riflessi rossastri di una tonalità più accesa

  • Katam per capelli castani:

I tuoi capelli sono castani e vuoi esaltare il colore senza alterarlo? Usa l’henné mescolato con il katam, un’erba colorante ricavata dalla pianta di Buxus Dioica. Il suo potere colorante attenua i toni accesi dell’henné rosso e dona alla chioma riflessi scuri, quasi violacei.

Ma attenzione: non applicarlo mai direttamente sui capelli bianchi, poiché rischieresti di ottenere una tonalità viola o verde. Per evitare ciò, usa la tecnica del doppio passaggio: tingili prima con l’henné, poi con il katam per scurirli.

  • Indaco per capelli neri o molto scuri

L’indaco prende il nome dalla pianta da cui viene estratto, l’Indigofera Tinctoria. Aggiunto all’henné, è indicato per capelli neri o molto scuri, poiché rilascia toni blu. Tuttavia, evita di applicarlo direttamente sui capelli bianchi: può diventare blu o verde. È meglio usarlo su un fondotinta naturalmente molto scuro.

  • Cassia per rendere l’henné più leggero

È un’erba derivata dalla Cassia Obovata o Italica. Solitamente viene utilizzato in combinazione con altre erbe coloranti (henné, katam, ma anche rabarbaro o curcuma), per la sua capacità di schiarirne gli effetti. Non è un’erba schiarente nel senso stretto della parola, ma schiarisce solo l’effetto che le altre possono avere sui capelli. 

  • Ibisco per capelli rosso chiaro

La pianta da cui deriva è l’Hibiscus Sabdariffa. L’ibisco dona riflessi rosa ai capelli, ma non ha un colore proprio: per questo va applicato insieme all’henné, per ammorbidire il suo colore rosso.

Con l’uso continuato di tinte naturali, i capelli saranno più lucenti, più forti, meno crespi e diminuiranno eventuali problemi di prurito e irritazione del cuoio capelluto, visto che molte piante come l’henné o il neem hanno proprietà antimicotiche e antibatteriche.

Per oggi è tutto, ma non perdetevi il prossimo articolo, dove parleremo di come applicare le tinture per risultati veramente Wow

LA MIGLIOR BEAUTY ROUTINE INVERNALE: 5 CONSIGLI PER PROTEGGERLA E COCCOLARLA

LA MIGLIOR BEAUTY ROUTINE INVERNALE: 5 CONSIGLI PER PROTEGGERLA E COCCOLARLA

E’ arrivato l’inverno. La stagione delle gite in montagna, dei maglioni soffici e avvolgenti, dei marshmallow che galleggiano sulla superficie di una fumante tazza di cioccolata calda. L’inverno, però, è anche pelle secca e screpolata che sembra strofinata con la carta vetrata e che non abbia mai visto la luce del giorno.

Ebbene sì, perché, in questa stagione siamo esposti maggiormente a temperature molto basse, vento, pioggia e anche all’aria calda condizionata di centri commerciali, uffici, automobili e case, che concorrono a irritare ulteriormente la nostra pelle.

Ecco perché è così importante cambiare la tua beauty routine quotidiana, in modo che la tua pelle non solo possa apparire più luminosa e levigata, ma sentirsi al meglio anche nei mesi invernali!

In questo articolo andremo a vedere tutti i passaggi fondamentali e i prodotti immancabili nel nostro beauty case in questo periodo dell’anno.

Continuate a leggere per scoprirli tutti!

DOLCE DETRSIONE

Il primo passo in ogni routine di bellezza è la pulizia del viso. Durante i mesi invernali è consigliato sostituire i detersivi saponosi con altri che detergono in maniera più delicata.

Per un effetto “pelle vellutata” vi consiglio quelli ricchi di estratti lenitivi e antiossidanti per riportare la pelle al suo naturale equilibrio.

L’olio lavante alla rosa di Antos, per l’appunto, contiene un mix di estratti che contribuisce ad arricchire la pelle di principi attivi necessari al nutrimento e all’elasticità. Altra caratteristica peculiare di questo prodotto è la delicata azione detergente associata alla presenza degli oli di olivo e di macadamia che possiedono un forte potere idratante e antiossidante sull’epidermide. Si utilizza come un normale bagnoschiuma o detergente per il viso, lascia la pelle morbida e idratata. 

PAROLA D’ORDINE IDRATARE, IDRATARE E IDRATARE

Per sfoggiare una pelle splendida durante l’inverno, ciò che serve è idratarla e idratarla molto. Cerca di evitare che la pelle si secchi ulteriormente facendo la doccia: l’acqua può essere calda, ma non bollente, perché gli oli naturali del corpo si esauriscono quando l’acqua raggiunge una temperatura eccessiva, rendendo così la pelle più secca.

Quando esci dalla doccia (o dalla vasca se hai fatto un bagno) non asciugarti completamente, tampona semplicemente la pelle e poi applica subito la crema idratante, in questo modo “bloccherai” l’umidità.

Meglio ancora se la crema che usiamo è ricca di componenti idratanti, cioè quelli che attirano l’acqua sulla pelle, come l’acido ialuronico. La Crema Idratante PuraVida Bio combina le proprietà dell’acido ialuronico con il lisato di grano per catturare l’umidità dell’ambiente.

Mentre come crema specifica per il viso vi consiglio la Crema Viso Giorno-Notte  del  Dr. Taffi che contiene acido ialuronico con tre differenti pesi molecolari. Una molecola ad alto peso, quindi meno penetrante, che dona immediata idratazione durante il giorno formando un film vellutante che impedisce l’evaporazione dell’acqua; e altre due a peso medio e basso che, penetrando più in profondità, trattengono le molecole d’acqua e rimpolpano le rughe dall’interno.

CREMA SOLARE

Avete già conservato la crema solare fino alla prossima estate? Mi dispiace dirvelo ma, dovete assolutamente recuperarla.

Erroneamente siamo portati a pensare che, siccome fa freddo, non abbiamo bisogno di proteggerci dal sole. Niente di più sbagliato, perché il sole continua a colpirci durante tutto l’anno; ancor di più se andate in montagna. Ed è importante, dunque, continuare ad applicare queste creme protettive durante i mesi invernali per cercare di isolare la nostra pelle dai raggi dannosi, dall’aria e dal freddo.

In ogni caso, se hai poco tempo, puoi sempre saltare questo step e ricorrere a un makeup che abbia un po’ di crema solare inclusa. Per esempio, potresti optare per una nutriente bb cream con fattore protettivo. La bb cream di Zao Organic contiene un SPF 20 per proteggere la pelle dal sole.

BALSAMO LABBRA: UN AMICO INSEPARABILE

Quando parliamo di pelle non dobbiamo tralasciare una parte molto importante: le labbra. Tieni presente che la pelle delle labbra è molto sensibile ed esponendola agli agenti esterni e al freddo tende a seccarsi e, alcune volte, si seccano così tanto da crearsi delle lacerazioni.

Tutto ciò oltre ad essere antiestetico è anche doloroso.  Per questo il balsamo per le labbra sarà il vostro migliore amico dell’inverno. Quindi assicuratevi di averne sempre uno a portata di mano, come il balsamo labbra Couleur Caramel dal pratico formato, da tenere sempre in borsetta.

E se avete le labbra particolarmente secche è fortemente consigliato esfoliarle prima di applicare il balsamo, così da rimuovere tutte le cellule morte e permettere alle sostanze nutritive di penetrare in profondità. Avete mai sentito provato il Lip scrub esfoliante di PuroBio? Uno scrub labbra naturale ideale per rimuovere delicatamente il rinnovo cellulare. Con granuli esfolianti di albicocca e con burri biologici di cacao e karitè dall’azione nutriente ed idratante, per labbra sempre morbide e luminose.

MANI DA FATA

Le mani così come le labbra sono zone del corpo esposte e che necessitano di cure specifiche.

Alzi la mano a chi, nei mesi freddi, le mani non diventano tutte screpolate e sembrano guardarci invocando pietà. Ecco perché è importante mantenerle idratate e protette.  Non dimenticare di usare sempre guanti di lana e di applicare più volte al giorno un velo di crema idratante.

Un classico, che sicuramente molte di voi già conosceranno, è la crema mani di Eterea. Un vero toccasana per le mani martoriate dal gelo; formulata con numerosi ingredienti biologici quali olio di Argan, Ricino, Oliva e Burro di Karitè dalle proprietà rigeneranti, riparatori ed emollienti, in grado di combatte screpolature e arrossamenti.

MASCHERE NOTTURNE

Infine, il modo migliore per dare una sferzata di idratazione in questa stagione è attraverso le maschere notturne:  un modo molto efficace per donare alla nostra pelle un’idratazione intensa e ottenere una texture straordinariamente liscia al mattino . Originaria della Corea del Sud, questa pratica è un metodo efficace per combattere la secchezza notturna con proprietà ultra-idratanti. Le maschere per dormire sono l’ultimo passo nella tua routine serale per rivelare una pelle luminosa ed elastica il giorno successivo.

A tal proposito non posso che citarvi la Supreme Sleeping Mask di Eterea dall’intensa azione idratante, lenitiva, antiage, antiossidante e riparatrice. Al vostro risveglio la pelle riscopre un aspetto più sano, disteso e una piacevole sensazione di morbidezza.

Oppure, un’altra validissima maschera, consigliata soprattutto per chi soffre di sensibilità cutanea, è la Crema Maschera Anti Age Viso Notte Senso Lift di Domus Olea Toscana.

Stilosine e anche per oggi è tutto.

Vi do appuntamento al prossimo articolo con tanti nuovi consigli e suggerimenti.

Buona skin care invernale

DIGITAL AGING: QUANDO LA TECNOLOGIA DIVENTA NEMICA DELLA PELLE

DIGITAL AGING: QUANDO LA TECNOLOGIA DIVENTA NEMICA DELLA PELLE

Viviamo in un’era in cui la tecnologia è diventata indispensabile per la nostra sopravvivenza.. Basti pensare che, quando qualche mese fa Instagram, Facebook e Whtasapp sono stati fuori uso per 7 ore, le persone sono andate letteralmente nel panico.

Il problema è che dispositivi come Tv, Smartphone, Tablet, pc, emettono una luce blu, dannosa per la nostra pelle.  

La luce blu, infatti, è in grado di penetrare nella cute causando danni ai suoi strati più profondi. Pertanto, tenendo conto del numero di ore che la maggior parte di noi trascorre davanti agli schermi, è utile sapere come funziona e le sue conseguenze per la salute della pelle.

La luce blu è un tipo di luce a cui tutte le persone sono naturalmente esposte.

In dermatologia è comune il suo uso terapeutico, ma per brevi esposizioni e comunque sempre a bassa intensità. Il problema con gli schermi è che emettono luce blu in modo più intenso e per periodi molto più lunghi.

Questi raggi blu, capaci di penetrare nella pelle più a fondo dei raggi UV, possono danneggiare le cellule epiteliali producendo i seguenti effetti:

  • Disidratazione: La luce blu è in grado di provocare una diminuzione delle acquaporine, molecole responsabili del mantenimento dei livelli di idratazione della pelle. Pertanto, la capacità di trattenere l’acqua diminuisce, accelerando l’invecchiamento precoce della pelle.
  • Rughe: Gli effetti della luce blu fanno sì che enzimi noti come metalloproteinasi vadano fuori controllo e distruggano la matrice extracellulare, cioè la rete di molecole nello spazio tra le cellule. L’azione incontrollata di questi enzimi porta alla rottura del collagene e dell’elastina. Di conseguenza si ha una perdita di compattezza ed elasticità favorendo la comparsa delle rughe sulla pelle.
  • Macchie: L’esposizione per ore alla luce blu stimola l’attivazione dei melanociti. Questa alterazione aumenta la quantità di melanina nella pelle, favorendo l’iperpigmentazione. È stato riscontrato che le persone più soggette a questo tipo di inestetismo della pelle sono quelle con fototipi più elevati, poiché tendono a produrre più melanina. La durata di queste macchie, prodotte dalla luce blu, è maggiore di quelle provocate dai raggi UV.
  • Invecchiamento prematuro: La luce blu stimola la formazione di radicali liberi, molecole instabili che danneggiano la matrice extracellulare. Di conseguenza, la pelle perde compattezza e compaiono le rughe. Inoltre, la sua azione è in grado di alterare la struttura dei fibroblasti, responsabili della stimolazione del collagene che mantiene la pelle soda e luminosa. Lo stress che la luce blu provoca nelle cellule è in grado di durare fino a 48 ore dopo l’esposizione.

Ora che vi ho illustrato le conseguenze dell’esposizione prolungata alla luce blu, vediamo cosa la natura ci offre per contrastare questo problema. In quest’articolo ho selezionato i migliori prodotti naturali ed ecobio da adottare nella nostra ROUTINE ANTI LUCE BLU.

1, 2, 3 Let’s go!

#TONICO

Il tonico protettivo Biorescue di Montalto Anti luce blu e anti pollution, ripristina la vitalità e il ph ottimale della pelle. Il bello di questo prodotto è la sua versatilità. Puoi usarlo come tonico per rinfrescare il viso e gli occhi dopo tante ore al pc o come maschera protettiva e rinvigorente da fare una volta a settimana.

#SIERO

Dopo il tonico applica il siero Photocity Shield Serum di Eterea. La sua speciale tecnologia combina le peculiarità di un trattamento anti-age e antiossidante alla funzionalità di una protezione globale e altamente efficace contro i raggi UVA, UVB e luce blu.

La sua formula innovativa è costituita da potenti filtri solari e da un pool di attivi che proteggono le cellule dal fotoinvecchiamento e contrastano lo stress ossidativo, aiutando a prevenire le macchie solari e i segni dell’età.

#CREMA

La crema viso gioca un ruolo importante nel contrastare i danni da luce blu.

Ne ho provate diverse e devo ammettere che le preziose sostanze vegetali contenute nella Crema Idratazione 4Bacche Essentials di Alma Briosa sono assolutamente efficaci. Donano tono e luminosità alla pelle, vantano un alto potere antiossidante e favoriscono la rigenerazione cutanea grazie all’eliminazione dello stress ossidativo cellulare. L’azione astringente delle 4 Bacche è coadiuvata dall’Amamelide, mentre l’olio di Mandorle Dolci fornisce una delicata idratazione che rende la crema indicata anche per le pelli normali, giovani o tendenzialmente miste.

#BOOSTER

Come Booster opterei per l’S12 di Purophi, in grado di protegge la pelle da raggi UVA, UVB, IR e Luce Blu. Un prodotto veramente unico con cui è possibile rendere protettiva la crema abituale o il make-up, senza alterare le azioni specifiche dei trattamenti utilizzati. Dall’azione antiossidante, facile da utilizzare e particolarmente adatto per tutto l’anno e per chi ha bisogno di avere una protezione alta e continuativa.

#CONTORNO OCCHI

Non dimentichiamo che gli occhi sono una parte molto delicata del nostro corpo e, pertanto, non dobbiamo sottovalutarla. Il Contorno Occhi ALBA di Ahora , combina ingredienti attivi sinergici che agiscono sull’ossigenazione e il microcircolo cutaneo, combattendo occhiaie, stanchezza e affaticamento della zona perioculare. Agisce sui principali segni dell’invecchiamento cutaneo a livello di derma e epidermide, contrastando iperpigmentazione, perdita di tono, idratazione ed elasticità della pelle.

L’attivo Oxygenskin, contenuto al suo interno, è un potente bio attivo protettivo ad azione ossigenante, riattivante e rivitalizzante che protegge il contorno degli occhi dall’inquinamento digitale (luce blu) e aumenta la radiosità della pelle.

#MASCHERA

Per questo step della beauty routine non posso che consigliarvi EMILY Maschera in tessuto pelle secca Career Girl di PuroBio. Grazie al complesso antipollution e alle cellule staminali di uva verde producono un effetto protettivo e antiossidante contro la luce blu.

Ma non solo, è infatti in grado di donare compattezza alla pelle, aumentare il drenaggio cutaneo dei liquidi e aumenta l’idratazione della pelle grazie al succo di Aloe vera Bio.

Arricchita da olio di cocco, avocado e macadamia BIO dalle proprietà nutrienti ed elasticizzanti.  

#FONDOTINTA

Infine, per quanto riguarda il make up, se stai cercando un fondotinta versatile, che uniformi l’incarnato e allo stesso tempo ti protegga dagli agenti esterni e dalla luce blu, allora non posso che suggerirvi Fondant di Purophi che svolge un’azione antiossidante e adatto per tutti i tipi di pelle.

E con questo è tutto, vi aspetto al prossimo articolo con tanti altri tips e tricks.

Alla prossima!

IDEE REGALO PER NATALE? 4 PRODOTTI BEAUTY PER I VOSTRI XMAS GIFT

IDEE REGALO PER NATALE? 4 PRODOTTI BEAUTY PER I VOSTRI XMAS GIFT

Natale, Natale… dolce Natale! Siamo già alle porte di uno dei momenti più belli e attesi dell’anno.

Mai come in questo periodo, amiamo ricongiungerci con familiari e amici e farli sorridere con quel regalo che hanno tanto desiderato!

Avete già delle idee per gli acquisti natalizi?

Quest’anno, per evitarvi gli affanni e i grattacapi alla ricerca del regalo giusto, ho pensato di raccogliere in quest’articolo, le migliori idee che vi faciliteranno il compito e vi aiuteranno a trovare un regalo molto, molto speciale da mettere sotto l’albero.  

Anche per questo Natale, infatti, Altrostile ha preparato fantastiche soluzioni per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Pronte ad iniziare? Mettetevi comode e leggete tutto fino in fondo, mi raccomando 😉

  1. Beauty Routine

Vogliamo regalare una beauty routine certificata bio? Rasayana ha creato dei kit viso praticamente per ogni tipo di pelle ed esigenza. I cofanetti, eleganti box completamente in cartone riciclato, contengono i prodotti necessari per eseguire il rituale ayurvedico. Articoli pensati per una green beauty routine semplice, essenziale ma completa. Rasayana è un Brand che ha deciso di coniugare la sapienza dell’āyurveda a quella della tradizione erboristica italiana e della moderna cosmesi, creando così dei cosmetici biologici ricchi di principi attivi che aiutano a prolungare la vita di pelle e capelli, contribuendo così a raggiungere il benessere generale della persona.

Sempre a proposito di Christmas box green e sostenibili, non posso che segnalarvi anche quelle della Saponaria. Già solo le confezioni, tutte graziose e vivaci, sono una delizia per gli occhi. Per non parlare dei prodotti che troviamo al loro interno! Possiamo scegliere tra tante e diverse soluzioni: kit per la cura del corpo, della pelle, prodotti specifici per le mani, per i capelli e, soprattutto, per tutte le tasche.

2. Solido Zero waste

Gli amanti della natura e dell’ambiente apprezzeranno sicuramente un regalo zero waste. E quali sono i prodotti con il minor spreco in assoluto? I cosmetici solidi.

 I prodotti solidi hanno la stessa identica azione dei loro parenti liquidi. L’unica differenza è che i primi consentono di eliminare gli imballaggi e il packaging in plastica, con una conseguente riduzione dell’impatto ambientale. Oltretutto i saponi solidi, essendo più concentrati, durano più a lungo, consentendovi di utilizzare il prodotto per tantissimi lavaggi; basti pensare che un panetto di shampoo solido corrisponde a 3 flaconi di shampoo.

Quindi al via con le linee solide per un doppio regalo: la persona a cui lo state regalando e l’ambiente. Entrambi ve ne saranno grati.

3. Qualcuno ha detto makeup?

Per fare breccia nel cuore di chi riceve in dono dei trucchi, l’idea migliore è scegliere una palette di ombretti. Un’idea? La palette di Zao Organic. Realizzata in bamboo nel rispetto dell’ambiente, contiene dieci bellissimi ombretti perlati e opachi, ottimi per realizzare fantastici e sensuali giochi di colore per illuminare lo sguardo.  

Per le amanti del makeup, che non possono proprio a far a meno di un filo di trucco in ogni momento e situazione, farete un figurone con questo set di prodotti cosmetici BaciamiBio di Montalto. L’elegante cofanetto contiene una matita occhi nera, mascara, e rossetto rosso a lunga tenuta. Tutto l’essenziale per un trucco semplice ed impeccabile dall’effetto WOW.

Sempre restando sul tema cofanetti, una delle idee regalo di profumeria più belle di questo Natale 2021 sono sicuramente le box di PuroBio. Se il vostro obiettivo è lasciare a bocca aperta la persona che vi sta di fronte allora con questo regalo andate a colpo sicuro. I cofanetti sono veramente originali e particolari, sembrano in tutto e per tutto un libro, con tanto di titolo, ma al loro interno non troverete un romanzo, bensì i vostri trucchi preferiti.

4. Un classico intramontabile: il profumo

Indossare un buon profumo è una vera coccola di benessere indispensabile per affrontare al meglio la giornata. Per questo, il profumo è sempre un regalo davvero apprezzato.

Sullo shop di Altrostile abbiamo selezionato le migliori fragranze per corpo e capelli: fresche e fruttate, forti e decise, speziate ed ambrate, femminili e maschili che abbracciano ogni gusto e preferenza.

Come sempre, a questo punto, a voi la parola: cosa ne pensate? Quali di queste proposte preferite? 

I 5 BEAUTY TREND PER L’AUTUNNO INVERNO CHE DEVI ASSOLUTAMENTE CONOSCERE

I 5 BEAUTY TREND PER L’AUTUNNO INVERNO CHE DEVI ASSOLUTAMENTE CONOSCERE

Inizia una nuova stagione e la moda non può fare a meno di stare al passo con i tempi. Cambiano le atmosfere e l’abbigliamento, così come le tendenze del trucco. In questo articolo andremo a scoprire quali saranno i trend make-up che domineranno la scena.

QUANDO LA BELLEZZA FA RIMA CON NATURALEZZA

Cominciamo, ovviamente, dalla base viso, la cui realizzazione è uno step immancabile per qualsiasi make up! Le tendenze trucco Autunno Inverno 2021/2022 esaltano, ancora una volta, una base viso naturale e luminosa. L’incarnato ha un aspetto limpido, opacizzato solo nei punti giusti ma dalla luminosità radiosa, discreta e in grado di farsi notare. Per questo sarebbe meglio optare per Bb Cream super leggere, anzi leggerissime, che si fondano perfettamente con la pelle, senza il fastidioso effetto maschera tipico del fondotinta.

Il segreto per un risultato impeccabile è scegliere la nuance più adatta alla vostra carnagione e applicarla in maniera corretta. La BB cream, infatti, non va stesa come una semplice crema da giorno, bensì come un fondotinta compatto o in crema: versate una noce di prodotto sul palmo e prelevatelo, poi, con la classica beauty blender da trucco. Proseguite picchiettando su fronte, naso, mento e guance in modo che venga assorbito completamente dalla pelle.

LE GIORNATE SI ACCORCIANO E GLI EYELINER SI ALLUNGANO

Uno dei trend più gettonati della nuova stagione è infatti il winged eyes. Questo tipo di trucco, come si può intuire, è caratterizzato da linee di eyeliner molto sottili. Che sia grafico o sfumato, nero o multicolor, il trucco occhi autunno inverno tende ad allungarsi, disegnando una vera e propria ala. L’intento è quello di caricare di profondità e intensità gli occhi per avere uno sguardo in grado di…..prendere il volo!

Per un makeup look super glam Neve Cosmetics e Zao Makeup propongono i migliori prodotti per realizzare il perfetto Winged Eyes Look.

L’INTRAMONTABILE SMOKEY EYES

Il trend degli smokey eyes, gli occhi sfumati che donano profondità e mistero allo sguardo, è una tendenza intramontabile che ritroveremo anche per l’ Autunno Inverno 2021/2022. Potete scegliere la vostra versione preferita in base al vostro gusto e all’occasione: nero, grigio o colorato, più intenso o più leggero… a voi la scelta! Se vuoi un risultato ottimale, crea la base con matite o ombretti cremosi e sfuma il tutto con un ombretto in polvere A tal proposito date un’occhiata alla linea di matite occhi e ombretti di PuroBio. Tutti i prodotti presentano una texture leggera e dai colori brillanti, ve ne innamorerete al primo tocco.  

50 SFUMATURE DI OMBRETTO

Il colore predominerà ancora sulle palpebre, che ormai da tempo hanno preso il posto delle labbra per via della mascherina. Avremo una palette trucco vivace e a contrasto. Rosa, fucsia e lilla sono di gran moda, ma tornano anche i colori cool come il blu cobalto, l’azzurro e il verde acqua.

Hai mai provato gli ombretti minerali? A differenza degli ombretti tradizionali, sono 100% naturali e quindi adatti anche agli occhi più sensibili. Si possono usare sia da asciutti che da bagnati, per esaltarne il colore: basterà inumidire il pennello, prelevare un po’ di pigmento e applicare il prodotto sulla palpebra; inoltre, da bagnati possono essere usati anche come eyeliner, utilizzando un pennellino apposito. Oltretutto, sono modulabili e versatili: puoi mescolare fra di loro le polveri per dare vita alla nostra nuance preferita

LIP OVERLINE E SUPER SCINTILLANTI

L’obbligo di portare la mascherina non ha frenato la nostra voglia di indossare il rossetto.

Direttamente dagli indimenticabili anni ’90, tornerà il look beauty del lip overline. Ma di cosa si tratta? Questo trend beauty, che sta già spopolando sui social, consiste nel tracciare una linea appena sopra il tratto naturale delle labbra, per creare un effetto ottico che all’apparenza le rende più voluminose e rimpolpate. Per realizzarlo ti basterà utilizzare una matita labbra per tracciare la linea di contorno e dare il tocco finale con un rossetto matte o un gloss dall’effetto super scintillante.

Come sempre, a questo punto, a voi l’ultima parola: cosa ne pensate? Vi piace il look proposto dai nuovi trend? Ditemi tutto nei commenti.

GLI ACIDI PER UNA PELLE DA STAR

GLI ACIDI PER UNA PELLE DA STAR

La famiglia degli AHA e BHA sono un ottimo alleato per levigare la cute, schiarire le macchie e, in generale, ottenere una pelle più luminosa e giovane.

Bisogna, però, prestare molta attenzione, perché scegliere acidi per la pelle inadeguati o miscelarli nel modo errato può provocare spiacevoli inconvenienti

Per questo motivo oggi andremo a vedere quali prodotti e quali tipi di acidi vanno bene in base al tipo di pelle. Let’s go!

Partiamo da un chiarimento sugli acidi stessi: esiste una differenza tra gli alfa idrossiacidi (AHA) e i beta idrossiacidi. Entrambi agiscono rimuovendo le cellule morte, ma in modi diversi.

I primi sono solubili in acqua ma non in olio, quindi svolgono principalmente un azione esfoliante più che purificante. Mentre i BHA sono acidi che amano l’olio e lavorano dal fondo alla superficie della pelle e svolgendo la loro azione primaria come sgrassanti e purificanti.

In base al risultato desiderato, e alle condizioni della pelle da trattare, bisogna scegliere il tipo di acido più adatto.

Gli AHA, che migliorano l’idratazione della pelle, sono più indicati per la pelle danneggiata dal sole, la pelle secca e la pelle matura senza problemi di impurità. Mentre i BHA, che hanno un’azione antibatterica e antinfiammatoria, sono maggiormente consigliati per chi ha la pelle grassa e incline alla formazione di brufoli e comedoni.

Andiamo ora a scoprire nel dettaglio quali sono i tipi di acidi, la loro funzione e in quali prodotti trovarli.

ACIDO GLICOLICO: schiarente ed antiage.

Estratto dalla canna da zucchero, è l’acido più famoso e allo stesso tempo con la dimensione molecolare più piccola. Indicato per le macchie cutanee, dal momento che è in grado di diminuire la produzione di melanina, e per la pelle secca, in quanto aiuta a eliminare gli strati più superficiali della cute. Se decidete di sottoporvi ad un peeling all’acido glicolico, ricordate di farlo durante la stagione invernale ed utilizzare sempre una crema con SPF perché si tratta di una sostanza fotosensibilizzante. Se invece volete utilizzarlo a casa potete farlo adoperando creme e sieri con una concentrazione più bassa (massimo il 4%). L’Hyper White Cream – Glycolic Acid – Dr. Taffi, per esempio, contiene il 2% di acido glicolico ed è molto apprezzato per la sua capacità di illuminare l’epidermide, minimizzando macchie e irregolarità. Oppure, da applicare quotidianamente la sera dopo la detersione, puoi usare il trattamento rinnovatore notte di Domus Olea Toscana che stimola la produzione di collagene ed elastina e lenisce i rossori della pelle, svolgendo un’azione dermoprotettiva.

ACIDO MANDELICO: purificante ed esfoliante.

Il nome è evocativo e se te lo stai domandando, la risposta è sì: questo acido viene estratto dalle mandorle amare. L’ acido mandelico stimola la rigenerazione cellulare eliminando i primi strati delle cellule morte, il che è perfetto per trattare pelli grasse ed acneiche, sia durante lo sfogo che dopo. L’ acido rigenera le macchie dell’acne, tratta la rosacea e le infiammazioni della pelle. È meno aggressivo degli altri idrossiacidi, quindi va bene anche per le pelli più sensibili. Non è fotosensibilizzante perciò puoi sottoporti a questo tipo di peeling in ogni stagione. Nella cosmesi è generalmente presente, in associazione ad altri acid, nei prodotti utili a contrastare acne e lucidità della pelle. Ti consiglio, a tal proposito, Mattissima – Lozione opacizzante di Parentesi Bio che opacizza la zona T, riduce i pori dilatati, affina la grana della pelle, combatte e previene le impurità. Dopo la lozione puoi abbinare il Siero viso Sole di BisouBio che, grazie alla sinergica azione dell’acido mandelico con l’acido glicolico, produce un turn over cellulare che garantisce una purificazione naturale della pelle, allevia i rossori e bilancia la produzione anomala di sebo.

ACIDO LATTICO: riequilibrante e idratante.  

L’acido lattico fa miracoli sia sulle pelli particolarmente chiare sia su quelle scure. In cosmesi è utilizzato in caso di rughe superficiali e perdita di tonicità della pelle. L’acido lattico tende a stimolare la produzione di collagene ed elastina, e questo lo rende adatto anche in caso di pelli disidratate e in situazioni di secchezza cutanea. Come quello mandelico e anch’esso un acido molto leggero e, come tale, adatto alle pelli più sensibili. Per godere dei benefici di quest’acido puoi detergere quotidianamente il viso utilizzando il trattamento illuminante di Biofficina Toscana, seguita dalla Lozione Levigante Detox Illumino Lif di Domus Olea Toscana oppure da qualche spruzzo dell’Acqua Ayurvedica Esfoliante.

ACIDO SALICILICO cheratolitico e antibatterico:

E’ il BHA più comunemente usato, ma anche il più forte. L’acido salicilico è in grado di esfoliare con successo le cellule morte penetrando attraverso il sebo, fino alle profondità dei pori, purificandola. Per questo è uno degli acidi più consigliati per regolare la produzione di sebo ed eliminare punti neri ed impurità, lasciando la pelle più idratata e affinarne la grana.

Presente in tantissimi prodotti tra cui: Unless Acids Cream + Mist di Purophi che affina la grana, riduce i pori dilatati, combatte e previene le impurità, proteggendo la pelle dall’inquinamento atmosferico in un solo step, da utilizzare quotidianamente dopo la detersione.

Mentre da applicare 1 o 2 volte a settimana prima di andare a dormire vi consiglio la maschera RE-Purity Skin di Gyada Cosmetics. Il bello di questo prodotto è che agisce mentre tu ti riposi purificando ed esfoliando delicatamente la pelle. Ideali per le pelli grasse, impure e a tendenza acneica.

E ora a voi la parola! Avete mai provato ad utilizzare gli acidi per la pelle? Quali preferite? Vi piacerebbe provare ad aggiungerli alla vostra skincare routine?

ADDIO MACCHIE SULLA PELLE: I PRODOTTI MIGLIORI PER SCONFIGGERLE

ADDIO MACCHIE SULLA PELLE: I PRODOTTI MIGLIORI PER SCONFIGGERLE

Chi di voi si è specchiata stamane e ha notato una nuova macchia sulla pelle?

Se vi state chiedendo in quale girone dell’inferno vi troviate per meritare tutto questo, sappiate che non siete le sole. L’iperpigmentazione, infatti, è molto comune, colpisce una donna su due e non riguarda soltanto le pelli mature. Ecco perché ho pensato di parlarvene e di proporvi tanti prodotti performanti e testati che vi aiuteranno nella vostra skin-care antimacchia!

Le cause delle macchie cutanee sono molte. Possono essere di natura ereditaria oppure provocate dall’esposizione ai raggi UV, da alterazioni ormonali o dalle cicatrici dell’acne. Anche lo stress ossidativo fa la sua parte: si calcola che l’aumento delle particelle inquinanti urbane sia correlato alla comparsa del 20% delle macchie pigmentarie su fronte e guance. Tra le macchie più comuni poi troviamo il melasma, tipico da menopausa e gravidanza che si manifesta su baffetto, fronte e guance, e le macchie senili da invecchiamento, che compaiono soprattutto su mani, décolleté e intorno agli occhi. 

Il periodo autunnale è quello migliore per trattare le macchie cutanee perché, con trattamenti di questo tipo, è importantissimo proteggere bene la pelle dal sole. Con l’uso di prodotti antimacchia, infatti, il derma potrebbe diventare leggermente più sensibile e i raggi uv possono essere dannosi! Dunque, questo è il momento perfetto per dare il via ad un piano d’attacco contro le macchie.

Munitevi di carta e penna – o di smartphone per le più tech-  e segnate tutti i prodotti che vi sto per svelare.

#DETERSIONE

Il detergente svolge un ruolo importantissimo perché in questo caso deve “esfoliare” delicatamente ma costantemente la superficie cutanea. La selezione del prodotto corretto è una scelta importante. Nella sua formulazione dovrebbero essere presenti gli alfaidrossiacidi che hanno una funzione esfoliante e idratante oppure l’acido ialuronico per le sue proprietà riparatrici e rigenerative.

Il trattamento illuminante di Biofficina Toscana e il Tonico Mist illumino Lift di Domus Olea Toscana, sono due validi prodotti che danno ottimi risultati se usati con pazienza e costanza.

#SIERO

Un prodotto che ho sempre amato e che rimuove bene le macchie sulla pelle è il Supreme siero antimacchie di Eterea. Questo siero, agisce direttamente sulle macchie cutanee esistenti e ne previene la formazione di nuove inibendo la produzione di melanina. Sin dalle prime applicazioni noterete un colorito più omogeneo e radioso.

#CREMA

Dopo aver steso il siero è il turno della crema viso.

La Crema LUCE di BisouBio è perfetta per contrastare le macchie di qualsiasi origine. La sua formulazione contiene estratto di Giglio di mare, il quale contrasta la formazione di nuove macchie e minimizza quelle preesistenti riducendo la pigmentazione anomala della pelle e assicurando un’azione rigenerante, protettiva, ristrutturante e tonificante.

Potete usarlo in combinazione con l’olio di vinaccioli, dall’azione antiossidante e rigenerante che protegge la pelle dall’invecchiamento precoce, dagli agenti atmosferici e dai radicali liberi. Oltretutto quest’olio, svolge anche una funzione astringente e stimolante della microcircolazione capillare, il che lo rende veramente un prodotto multitasking per una skincare super performante.

#PEELING

Solitamente è consigliabile eseguire periodicamente un soft peeling, che rimuove i primi strati della pelle in modo gentile e sicuro. Questo passaggio è fondamentale perché tutte le volte che la nostra pelle si rinnova naturalmente è come se eliminasse un po’ dello strato ove la macchia è presente. Vi consiglio caldamente la maschera esfoliante di Biorescue a base di alfaidrossiacidi dell’Uva Bianca siciliana che permettono un’esfoliazione efficace e delicata mentre i meristemi di radice di Quercia disinfiammano i tessuti e lo sciroppo di Riso mantiene in ottimo stato l’idratazione cutanea. 

#DEVICE

Per intensificare l’azione dei prodotti che abbiamo passato in rassegna, potete usare il massaggiatore viso e collo di Gieffe Beauty. L’efficacia di questo dispositivo è dato dalla combinazione del calore terapeutico con gli ultrasuoni. Il calore e la vibrazione, infatti, stimolano la produzione del collagene da parte della pelle e, nello specifico, la luce rossa (il programma 3) contribuisce a rendere meno definiti i contorni delle macchie cutanee fino a schiarirle.

#TRUCCO

Per quanto riguarda il make up delle pelli con evidenti discromie, lo step fondamentale è la base trucco. Un buon prodotto deve essere in grado di coprire le macchie e uniformare l’incarnato, ma senza appesantire la pelle, in modo da non rischiare di occludere i pori e stimolare l’insorgenza di brufoletti e punti neri.

Phi Primer di Purophi è sicuramente uno dei migliori prodotti da usare per la base trucco. La sua formulazione 100% naturale dona un’eccezionale luminosità al volto e, al contempo, protegge la pelle dall’ inquinamento atmosferico.

Dopo aver steso il primer, potete passare al correttore. È molto importante che il correttore scelto sia fluido e leggero e che abbia un’alta concentrazione di pigmenti per rendere il risultato impeccabile. Rientra perfettamente in questa descrizione l’ultima new entry in casa Neve Cosmetics, ovvero il Ristretto concealer, un concentrato di acido ialuronico e pigmenti naturali in grado di coprire anche le discromie più importanti con una sola goccia di prodotto. Per applicarlo al meglio, tamponatelo sulle zone dove compaiono le macchie senza dimenticare di sfumarlo delicatamente anche sulle zone non interessate per ottenere una coprenza omogenea. 

Infine, per far durare il makeup più a lungo e, allo stesso tempo, donare al volto un bagliore istantaneo, potete concludere la preparazione della base trucco con una delicata polvere compatta come la Poudre mosaique di Couleur Caramel.

Stilos*, per oggi abbiamo terminato! Voi combattete contro le macchie sulla pelle del viso? Come le trattate? Quali sono i vostri trucchetti di makeup per nasconderle? Fatemi sapere tutto nei commenti

SOS CAPELLI CHE CADONO! 5 PASSAGGI FONDAMENTALI PER CONTRASTARLA

SOS CAPELLI CHE CADONO! 5 PASSAGGI FONDAMENTALI PER CONTRASTARLA

Anche quest’anno ritorna, puntuale come la rata del mutuo, il periodo in cui i capelli iniziano a cadere in grande quantità, facendoti sembrare un albero autunnale che inizia a perdere le foglie.

Se anche voi perdete capelli “a ciocche”, siete nel posto giusto. In questo articolo vi svelo alcuni consigli e prodotti che aiutano a prevenire e fermare l’odiatissima caduta dei capelli.

Partiamo innanzitutto con il dire che la caduta dei capelli in autunno è del tutto normale, essa è legata al naturale ciclo di vita del capello e al cambiamento climatico che si verifica in questa stagione: l’escursione termica, dovuto all’abbassamento delle temperature, provoca un aumento dell’attività follicolare, favorendo così la caduta del capello.  Per cui è del tutto naturale, in questo periodo, perdere tra i 100 e 150 capelli ogni giorno, una condizione passeggera che tendenzialmente non si protrae oltre poche settimane.

Sempre più spesso, però, accanto a questi fattori scatenanti, se ne aggiungono altri, legati a cambiamenti ormonali, stress psichici e fisici, oppure ad un’eccessiva esposizione del cuoio capelluto al calore e ai raggi solari.

Soprattutto in questi ultimi casi, è indispensabile contrastare la caduta dei capelli, rinforzando la chioma attraverso rimedi e prodotti naturali.

Continuate a leggere per scoprire i 5 step fondamentali:

STEP 1 SCRUB

E’ proprio vero che la migliore cura dei capelli parte dalla cute! Spesso ci preoccupiamo più del capello che del cuoio, ma il cuoio capelluto è alla base del capello, ed è da lì che bisogna iniziare affinché l’hair care routine per contrastare la caduta sia realmente efficace.

Da qui l’importanza dello scrub del cuoio capelluto che va, appunto, a rigenerare la chioma dalle radici.

Posso consigliarvi ad occhi chiusi lo scrub di Alkemilla, che grazie all’esfoliazione meccanica ed enzimatica esercitata dai microgranuli e dall’acido glicolico, liberano i pori facilitando la corretta ossigenazione dei bulbi e favorendo la nascita di capelli sani e robusti.

STEP 2 MASCHERE PRE-SHAMPOO

Prima di effettuare il lavaggio applica, almeno per mezz’ora, un impacco super nutriente.

Un prodotto che ha ricevuto una valutazione più che positiva da chi lo ha provato è il Balsamo Maschera 2 In 1 Riequilibrante di Rebio Cosmetics. Ciò che rende perfetto questo prodotto, per contrastare la caduta dei capelli, è la presenza dell’olio di lino. Quest’olio, infatti, è uno dei più ricchi di acido linolenico e antiossidanti (omega 3, omega 6, vitamina F, vitamina E), molto utili per ripristinare la salute della cute e dei suoi annessi. Oltretutto, è molto versatile perché potete usarlo sia come impacco pre-shampoo, sia come balsamo con un tempo di posa circa 5 minuti.

STEP 3 SHAMPOO SPECIFICO

Lavare i capelli regolarmente è fondamentale per eliminare le particelle inquinanti ed il sudore che occludono i pori e impediscono una crescita ottimale dei capelli. L’importante è che la detersione sia affidata a shampoo con tensioattivi dolci, magari arricchiti con estratto di semi di caffè e foglie di Olivo, che migliorano la microcircolazione, riattivando le funzioni del cuoio capelluto e promuovendo la moltiplicazione dei follicoli. Per una crescita più rapida e sana del capello puoi usare lo shampoo stimolante capelli tendenti alla caduta all’Ylang Ylang di Maternatura.

Per potenziare l’efficacia dello shampoo ricordati di massaggiare la testa per 1 minuto, eseguendo prima dei movimenti circolari, poi muovendo le dita avanti e indietro, su tutta la testa. Può sembrare banale, ma questa piccola coccola aiuta a stimolare la crescita fisiologica dei capelli dopo la caduta stagionale.

STEP 4 SIERI ANTICADUTA

Esistono cosmetici naturali che vantano una percentuale di principi attivi molto alta e che, quindi, sono tra le armi più efficaci contro la lotta alla caduta dei capelli. Stiamo parlando dei sieri. La loro promessa è quella di rinvigorire la chioma e, soprattutto, stimolare la crescita di nuove ciocche.

Prima di svelarvi i due sieri magici che ho testato personalmente, devo però mettervi in guardia: ognuno di questi trattamenti richiede costanza e pazienza, bisogna completare almeno un ciclo per vedere i primi risultati, per poi proseguire passando alla fase di mantenimento.

Il primo trattamento che vi segnalo è la lozione rinforzante in fiale di Alkemilla. Ciò che rende unico questo prodotto è la sinergia Vite Rossa, Germe di Grano, Soya ed Oliva dal potere antiossidante, nutriente e riparatore. L’ideale sarebbe utilizzarlo di notte per un’azione più intensa e prolungata.

L’altro trattamento che ha ampiamente mantenuto la sua promessa di contrastare il diradamento dei capelli è la lozione rinforzante con Triphalfa di Rasayana. Un concentrato di principi attivi “ultra strong” che renderanno i capelli più forti e robusti. Anche qui il consiglio è di utilizzarlo tutti i giorni, preferibilmente la sera, per almeno tre mesi.

STEP 5 ERBE AYURVEDICHE

E infine, ma non meno importante, per chiudere la nostra hair care routine troviamo un rimedio che proviene direttamente dalla medicina tradizionale indiana: le erbe ayurvediche.

Queste piante officinali hanno caratteristiche sia benefiche che medicamentose e nel campo della cosmesi vengono utilizzate soprattutto sotto forma di impacchi. Possono essere mescolate con acqua tiepida, oppure, per incrementarne l’efficacia, con degli infusi come camomilla, timo, lavanda e rosmarino, che sono ottimi ingredienti naturali contro la caduta dei capelli. Potete quindi combinare tra di loro gli ingredienti in un’infinità di modi in base alle vostre esigenze, dando sfogo alla vostra creatività e fantasia per creare impacchi super personalizzati ed efficaci.

Stilos*, a voi la parola! State usando dei prodotti anticaduta per capelli? Quale preferite tra i vari cosmetici? Conoscete altri prodotti o rimedi super efficace per stimolare la crescita dei capelli? Fateci sapere tutto nei commenti!

ORANGE IS THE NEW BEAUTY: TUTTI I SEGRETI PER UNA PELLE DA SOGNO CON LA VITAMINA C

ORANGE IS THE NEW BEAUTY: TUTTI I SEGRETI PER UNA PELLE DA SOGNO CON LA VITAMINA C

Avete già tirato fuori il guardaroba per queste temperature più freschine? Bene, è ora di cambiare anche la beauty routine per supportare al meglio la nostra pelle in vista del clima più freddo e secco.

Oggi conosceremo quali sono i prodotti per la skincare autunnale, ovvero quei prodotti immancabili che ogni donna dovrebbe avere.

L’estate è ormai volta al termine ahimé e le vacanze sembrano già un lontano ricordo, però noi non ci perdiamo d’animo e siamo già pronte a prenderci cura della nostra pelle per non trovarci impreparate quando il freddo verrà a bussare alla nostra porta.

In autunno la pelle ha bisogno di essere riparata con delle cure extra. Dopo l’abbuffata di sole, vento e altri agenti atmosferici, la pelle presenta un alto tasso di disidratazione che si manifesta in secchezza diffusa, lineamenti svuotati e linee d’espressione più marcate. Senza dubbio, il nostro alleato di bellezza per questo tipo di problema è la vitamina C, ingrediente skincare “mai più senza”, ad azione rinfrescante e ringiovanente.

La vitamina C non è solo il rimedio naturale per eccellenza contro i malanni di stagione: è anche uno degli ingredienti più efficaci contenuto nei prodotti di bellezza. E’ nota per la sua capacità di proteggere la pelle dalle aggressioni esterne e per le sue proprietà antiossidanti, oltre che per il suo ruolo nella sintesi del collagene (fondamentale per la compattezza della pelle).

Non stupisce che, tali caratteristiche, la rendono una“beauty star” adatta praticamente per ogni tipo di pelle!

Continua a leggere l’articolo per scoprire gli step più importanti della beauty routine autunnale e per conoscere quali prodotti contengono una buona percentuale di vitamina C.

Step 1- Hello Detersione

Man mano che ci avviciniamo alla stagione invernale la nostra pelle produce meno sebo, a prescindere dalla tipologia di pelle. Partendo da questo presupposto è chiaro che l’uso di detergenti aggressivi è assolutamente sconsigliato in quanto andrebbe a seccare ulteriormente la pelle. L’ideale sarebbe usare un prodotto come la mousse detergente e il tonico della linea “Radiance vitamina c”, che purifica dolcemente la pelle del viso e stimola il ricambio cellulare, così da trattare le imperfezioni di tutti i tipi di pelle.

Step 2 – Siero, i love you

Se soffrite di pelle secca in autunno, la parola d’ordine è: abbondate con l’idratazione! E cosa c’è di più idratante che di un bel siero alla vitamina c?Un vero e proprio booster idratante e levigante è il siero Lux Light Essence di Eterea, dove la vitamina c in combinazione con l’acido ialuronico, sono in grado di rimpolpare e illuminare immediatamente e visibilmente l’incarnato.

Anche la LongeVity-C Serum di Setarè è un altro validissimo prodotto per contrastare l’invecchiamento cutaneo, donando freschezza e luminosità al viso. Il cavallo di battaglia di questo siero, oltre alla vitamina c, è l’estratto biologico di Zafferano, noto come “l’oro delle spezie”, che svolge una potente azione antiossidante.

Lo so, è veramente dura scegliere tra queste due vere e proprie essenze di giovinezza!! In alternativa, potete provarli entrambi usandoli a giorni alterni.

Step 3 – Extra-idratazoine per ritemprare la pelle

Riparare i segni del tempo è senza dubbio uno degli obiettivi principali delle cure viso in autunno. E, come abbiamo visto, la vitamina C è un potente antiossidante che protegge la pelle dalla degradazione e dall’inquinamento.

Da usare dopo il siero, una delle migliori creme con un’alta percentuale di questa vitamina è la LongeVity-C Vitality Cream di Setarè, una crema altamente idratante ma impalpabile sulla pelle grazie alla sua texture leggera e avvolgente. Con questo prodotto potrete riscoprire la primordiale luminosità e freschezza tipica di una pelle giovane. Provare per credere!

Step 4 – Maschere a go-go

Chiaramente, in una skincare viso d’autunno che si rispetti non può certo mancare la maschera! Anche in questo caso, l’ideale è optare per un prodotto non aggressivo che non stressi la pelle. Un’ottima maschera viso illuminante è la Lux Vit C Radiant di Eterea. La sua formula completamente naturale regala una bellissima sensazione di morbidezza della pelle. Ma cosa la rende speciale dalle altre maschere? La presenza di tre tipologie di Vitamina C che agiscono sinergicamente con Lisina, Glicina e Vitamina F per contrastare lo stress ossidativo e stimolare la rigenerazione del collagene sottocutaneo.

Step 5 –  Integratori? sì grazie!

E infine, per dare una bella sferzata di energia e vitalità, combina la beauty routine con degli integratori. Come sicuramente saprete, infatti, agire anche all’interno, e non solo all’esterno, contribuisce ad avere risultati migliori e più duraturi nel tempo. Oltre al fatto che, assumendo regolarmente integratori naturali, rinforziamo il nostro sistema immunitario e preveniamo i malanni stagionali. L’Integratore alimentare Manuka Defense è esattamente quel che fa al caso nostro: l’Acerola, fonte naturale di Vitamina C e Zinco contribuiscono alla normale funzionalità del sistema immunitario, l’Eleuterococco, grazie al fitocomplesso in esso presente, aumenta in modo aspecifico le difese dell’organismo, evitando un affaticamento psico-fisico generale e stimolando l’organismo a svolgere una funzione autoimmune, mentre la corteccia di China e di Salice bianco, grazie ai loro principi attivi, agiscono sui primi sintomi della febbre, con un vero e proprio effetto antipiretico.

Bene stilosine, e anche per questa volta è tutto. Ora a voi la parola, cosa ne pensate di questa mini guida sulla skincare autunnale? Raccontate tutto nei commenti…..alla prossima!

5 MODI PER MANTENERE L’ABBRONZATURA PIÙ A LUNGO

5 MODI PER MANTENERE L’ABBRONZATURA PIÙ A LUNGO

Basta un velo di abbronzatura per sentirsi più belle. E allora eccoci ore e ore sotto il sole, cosparse di olio, attendendo che quel segno del costume diventi sempre più chiaro rispetto alla pelle del viso e del corpo.

Ma dopo tanta fatica e tanto impegno il timore che ci assale è di vederla sparire prima di subito, prima di tornare in ufficio e poterla mostrare in meraviglioso contrasto a una camicia bianca, lasciando il posto al colorito pallido che ci accompagna per tutto l’inverno.

Se volete scongiurare questo disastro, sappiate che esistono dei piccoli stratagemmi da mettere in atto per avere una pelle dorata fino ad Ottobre.

#PAROLA D’ORDINE: IDRATAZIONE

L’acqua è vita e ha un ruolo fondamentale anche per far durare l’abbronzatura più a lungo. Un corpo ben idratato sia dentro che fuori favorisce un perfetto funzionamento ed evita la disidratazione che porta a un veloce ricambio di cellule morte e di pelle secca. Bisognerebbe quindi bere molta acqua durante la giornata, ancora di più rispetto ai quantitativi che assumiamo nei periodi invernali. Per incentivare l’assunzione di liquidi, si può ricorrere a soluzioni più gustose ma che non contengano zuccheri aggiunti o additivi che possono in qualche modo far venire meno i benefici della bevanda. Tisane e infusi da gustare anche freddi, sono una buona soluzione.

Mentre per idratare la pelle esternamente, è necessario stendere un velo di crema idratante dopo ogni doccia, così da mantenere la pelle morbida ed elastica.  E cosa c’è di meglio di un bel concentrato di estratti marini, burro di karitè e olio di argan per rigenerare la nostra pelle? Puoi trovare questa vera e propria ricetta di bellezza nella linea Latte di Mare di Volga Cosmetici.

#DOCCIA FREDDA

Probabilmente avrai sentito dire che la doccia lava via l’abbronzatura: perché allora consigliamo la doccia fredda come rimedio per far durare la pelle scura più a lungo? In realtà è stare ammollo, soprattutto in acqua calda, che favorisce la desquamazione della pelle. Quindi si alle docce fredde e veloci che sono anche tonificanti. Meglio se dopo aver trattato la pelle con un olio idratante prima, che aiuta anche a proteggere la pelle dall’azione aggressiva di alcuni bagnoschiuma.

#ESFOLIARE

Molto spesso coloro che desiderano prolungare l’abbronzatura su viso e corpo evitano di esfoliare la pelle per molto tempo. È però arrivato il momento di sfatare il luogo comune secondo cui esfoliare la pelle sbianca e “porta via” la tintarella. Al contrario, l’esfoliazione ha il merito di ri-ossigenare la pelle andando rimuovere le cellule morte e le impurità, favorendo così l’equilibrio idro-lipidico e il rinnovo cellulare. Il detergente scrub solido, è uno dei migliori prodotti in commercio per quanto riguarda l’esfoliazione: è pratico, efficace ma soprattutto ad impatto zero. Provalo in combinazione con il guanto esfoliante in cotone e riscopri tutta la bellezza di una pelle liscia e luminosa.

#BETACAROTENE e VITAMINA C

Anche ciò che mangiamo e beviamo influisce sulla durata della nostra abbronzatura.

Tra i cibi amici della tintarella troviamo in pole position alimenti che contengono betacarotene, dunque, sì alle carote nell’alimentazione dopo l’abbronzatura. Ma non solo: questo prezioso pigmento arancione si può trovare in molte varietà di frutta e di verdura. Quando lo ingeriamo, una volta raggiunto l’intestino il beta-carotene si trasforma in vitamina A, che è di fondamentale importanza per la salute e la bellezza della pelle e degli occhi. Cercate di inserire nell’alimentazione i pomodori, la zucca gialla, il cocomero, i meloni, le ciliege e le fragole, senza trascurare verdure come ad esempio la lattuga, la cicoria, l’insalata o ortaggi come i peperoni e i cavoli. Laddove ciò non fosse possibile.

Anche la vitamina C è un valido alleato per prolungare l’abbronzatura, in quanto è utile per favorire la formazione del collagene e la normale funzione della pelle.

Vi segnalo la linea “Radiance Vitamin C” di Gyada Comsetic, ottima per illuminare l’incarnato ed uniformare il colorito.

#Tè NERO

Ed ora un consiglio che proviene direttamente dalle tradizioni delle nostre nonne per conservare più a lungo l’abbronzatura: il tè nero. Quest’infuso, infatti, ha la capacità di far risaltare il colore ambrato delle pelle ed è così efficace da essere considerato come un autoabbronzante naturale. Come procedere? Prima di tutto si deve fare un infuso di tè nero concentrato (circa 3 bustine in un litro d’acqua) e, successivamente, si versa nell’acqua del bagno non troppo calda. Un rimedio naturale davvero utile e persino rilassante.

Ragazze, per questo articolo è tutto. Quante di voi, finite le vacanze, vorrebbero mantenere l’abbronzatura a lungo? Seguite già i consigli che vi abbiamo dato in questo post? Ne conoscete altri che volete condividere con noi? Fateci sapere tutto nei commenti