5 MODI PER MANTENERE L’ABBRONZATURA PIÙ A LUNGO

Basta un velo di abbronzatura per sentirsi più belle. E allora eccoci ore e ore sotto il sole, cosparse di olio, attendendo che quel segno del costume diventi sempre più chiaro rispetto alla pelle del viso e del corpo.

Ma dopo tanta fatica e tanto impegno il timore che ci assale è di vederla sparire prima di subito, prima di tornare in ufficio e poterla mostrare in meraviglioso contrasto a una camicia bianca, lasciando il posto al colorito pallido che ci accompagna per tutto l’inverno.

Se volete scongiurare questo disastro, sappiate che esistono dei piccoli stratagemmi da mettere in atto per avere una pelle dorata fino ad Ottobre.

#PAROLA D’ORDINE: IDRATAZIONE

L’acqua è vita e ha un ruolo fondamentale anche per far durare l’abbronzatura più a lungo. Un corpo ben idratato sia dentro che fuori favorisce un perfetto funzionamento ed evita la disidratazione che porta a un veloce ricambio di cellule morte e di pelle secca. Bisognerebbe quindi bere molta acqua durante la giornata, ancora di più rispetto ai quantitativi che assumiamo nei periodi invernali. Per incentivare l’assunzione di liquidi, si può ricorrere a soluzioni più gustose ma che non contengano zuccheri aggiunti o additivi che possono in qualche modo far venire meno i benefici della bevanda. Tisane e infusi da gustare anche freddi, sono una buona soluzione.

Mentre per idratare la pelle esternamente, è necessario stendere un velo di crema idratante dopo ogni doccia, così da mantenere la pelle morbida ed elastica.  E cosa c’è di meglio di un bel concentrato di estratti marini, burro di karitè e olio di argan per rigenerare la nostra pelle? Puoi trovare questa vera e propria ricetta di bellezza nella linea Latte di Mare di Volga Cosmetici.

#DOCCIA FREDDA

Probabilmente avrai sentito dire che la doccia lava via l’abbronzatura: perché allora consigliamo la doccia fredda come rimedio per far durare la pelle scura più a lungo? In realtà è stare ammollo, soprattutto in acqua calda, che favorisce la desquamazione della pelle. Quindi si alle docce fredde e veloci che sono anche tonificanti. Meglio se dopo aver trattato la pelle con un olio idratante prima, che aiuta anche a proteggere la pelle dall’azione aggressiva di alcuni bagnoschiuma.

#ESFOLIARE

Molto spesso coloro che desiderano prolungare l’abbronzatura su viso e corpo evitano di esfoliare la pelle per molto tempo. È però arrivato il momento di sfatare il luogo comune secondo cui esfoliare la pelle sbianca e “porta via” la tintarella. Al contrario, l’esfoliazione ha il merito di ri-ossigenare la pelle andando rimuovere le cellule morte e le impurità, favorendo così l’equilibrio idro-lipidico e il rinnovo cellulare. Il detergente scrub solido, è uno dei migliori prodotti in commercio per quanto riguarda l’esfoliazione: è pratico, efficace ma soprattutto ad impatto zero. Provalo in combinazione con il guanto esfoliante in cotone e riscopri tutta la bellezza di una pelle liscia e luminosa.

#BETACAROTENE e VITAMINA C

Anche ciò che mangiamo e beviamo influisce sulla durata della nostra abbronzatura.

Tra i cibi amici della tintarella troviamo in pole position alimenti che contengono betacarotene, dunque, sì alle carote nell’alimentazione dopo l’abbronzatura. Ma non solo: questo prezioso pigmento arancione si può trovare in molte varietà di frutta e di verdura. Quando lo ingeriamo, una volta raggiunto l’intestino il beta-carotene si trasforma in vitamina A, che è di fondamentale importanza per la salute e la bellezza della pelle e degli occhi. Cercate di inserire nell’alimentazione i pomodori, la zucca gialla, il cocomero, i meloni, le ciliege e le fragole, senza trascurare verdure come ad esempio la lattuga, la cicoria, l’insalata o ortaggi come i peperoni e i cavoli. Laddove ciò non fosse possibile.

Anche la vitamina C è un valido alleato per prolungare l’abbronzatura, in quanto è utile per favorire la formazione del collagene e la normale funzione della pelle.

Vi segnalo la linea “Radiance Vitamin C” di Gyada Comsetic, ottima per illuminare l’incarnato ed uniformare il colorito.

#Tè NERO

Ed ora un consiglio che proviene direttamente dalle tradizioni delle nostre nonne per conservare più a lungo l’abbronzatura: il tè nero. Quest’infuso, infatti, ha la capacità di far risaltare il colore ambrato delle pelle ed è così efficace da essere considerato come un autoabbronzante naturale. Come procedere? Prima di tutto si deve fare un infuso di tè nero concentrato (circa 3 bustine in un litro d’acqua) e, successivamente, si versa nell’acqua del bagno non troppo calda. Un rimedio naturale davvero utile e persino rilassante.

Ragazze, per questo articolo è tutto. Quante di voi, finite le vacanze, vorrebbero mantenere l’abbronzatura a lungo? Seguite già i consigli che vi abbiamo dato in questo post? Ne conoscete altri che volete condividere con noi? Fateci sapere tutto nei commenti